non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

ZELIG LAB ON THE ROAD

 
Locandina_zelig2014-2015-web
Locandina_zelig2014-2015-web
Locandina_zelig2014-2015-web

 
Scheda
 

Genere:
 
Regia
 
 
 
 
 


 
Cast
 
 
 
 
 


 
Musiche
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
4.5/ 5


User Rating
1 total rating

 

Pro


Riderete di gusto

Contro


Forse un po' più di vivacità non guasterebbe


In breve

Era il 1997 quando nacque la famosa trasmissione televisiva Zelig prodotta da Mediaset e il cui nome deriva dall’omonimo locale milanese di cabaret. Negli anni ha conquistato le risate degli italiani e molti suoi comici sono ora fra i volti indiscussi del panorama artistico italiano. Ed è così che ben presto nasce “Zelig. Lab on the road”, dove gli artistici comici e cabarettisti vanno nei teatri di tutta Italia per esibirsi, una vera e propria palestra.

0
Posted 5 dicembre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

Allegria, divertimento e risate a non finire tutto questo è “Zelig Lab on the road”.

“Zelig lab on the road” in questo caso è un laboratorio dove vengono scoperti nuovi talenti e presentati al pubblico, dove, come ha spiegato una spumeggiante Laura Ruocco, gli artisti si esibiscono con le proprie idee per valutarne l’efficacia grazie al spettatori… un po’ come il famoso “Applausometro” di una trasmissione di Mike Buongiorno, almeno stando a quanto ha spiegato la suddetta Ruocco. Con brio e grazia Laura presenta i vari artisti in un susseguirsi incessante di battute, sketches, scherzi e parodie sul palcoscenico del teatro Golden, ogni due mercoledì del mese. Un concentrato puro di divertimento che raduna talenti nuovi e vecchi da Gaetano Massaro a Mario Barletta, da Gianluca Giugliarelli ad Annalisa Cordone, da Albert Canepa a Rocco Ciarmoli, da Dado a Paolo “Gnometto” Arcuri, da Daniele Gattano a Francesca Tomassoni.  Sono 14 appuntamenti che si estendono da ottobre ad aprile e che da anni fanno il tutto esaurito.  Con canzoni e monologhi gli artisti di “Zelig  lab” raccontano il quotidiano, in chiave diversa, dalle interrogazioni a scuola all’innamorato lasciato dalla sua fidanzata, dall’animatore turistico di un villaggio vacanze over 70 alla signora anziana che popola tutti i giorni la sala d’aspetto del medico di base. Il divertimento è garantito e certificato “Zelig”.

PRO

Divertente l’interazione costante con il pubblico

CONTRO

Se si è stanchi e si vuole ridere è decisamente meglio di molti film italiani.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Federica Di Bartolo

 
Avatar of Federica Di Bartolo


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)