non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

STAGIONE 2015-2016 AL TEATRO DEL CERCHIO DI PARMA

 
manifestoStagione201516_70x100
manifestoStagione201516_70x100
manifestoStagione201516_70x100

 
Scheda
 

Regia
 
 
 
 
 


 
Cast
 
 
 
 
 


 
Musiche
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
1 total rating

 


In breve

L’undicesima stagione teatrale di “Il Teatro del Cerchio”, in via Pini a Parma si apre quest’anno con un cartellone ricco di sorprese e novità dedicate ad adulti e ragazzi cui si affiancano ben due concorsi. Un teatro nato dall’esigenza di dare uno spazio ad una voce forte, ossia il Cerchio, che ha spinto le istituzioni locali a lavorare per creare e migliorare la qualità e l’offerta artistica della città. Come ha spiegato l’assessore alla Cultura, Laura Maria Ferraris: “E’ un programma che si arricchirà nel corso della stagione, perché il Teatro del Cerchio è una fucina creativa in continua evoluzione. Una realtà teatrale di grande livello, orgoglio per la città tutta, che, come Amministrazione Comunale, sosteniamo, anche attraverso il mantenimento dei contributi economici, confermando la scelta di appoggiare chi fa politica culturale tutto l’anno”. Un programma composto, come ha spiegato il direttore artistico del teatro, Mario Mascitelli, da quindici titoli di prosa tra lavori pluripremiati e due nuove importanti produzioni firmate Teatro del Cerchio, che compongono un panorama poliedrico ricco di richiami classici, ma rielaborati in chiave moderna come l’omaggio al drammaturgo e poeta inglese William Shakespeare (Stratford-upon-Avon, 1564-1616), poiché il 2016 segna i 400 anni dalla sua morte.

0
Posted 6 ottobre 2015 by

 
Recensione completa
 
 

Si parte il 10 ottobre con “Le vacanze dei signori Lagonia” con Francesco Colella e Mariano Pirrello, un racconto divertente sul senso della vita, uno spettacolo che è stato finalista del Premio In Box 2015, promosso da Straligut Teatro con il sostengo di FuoriLuogo di La Spezia, del Comune di Siena e della Fondazione Toscana Spettacolo, la cui finalità è quella di sostenere la scena teatrale contemporanea, offrendo agli artisti spazi concreti di visibilità e confronto. Successivamente il 24 ottobre sarà in scena “L’Insonne”, vincitore del premio In Box 2015 con Alice Conti e Francesco Villano, regia di Claudio Autelli, che ha spiegato: “è un lavoro molto visivo che si ciba di questo linguaggio per descrivere la storia di una nuova vita, dello straniamento e della profonda lacerazione personale nel dover abbandonare la propria terra e nel ricordare il proprio passato, in un gioco di luci e ombre”.

A seguire dal 14 novembre “Zombitudine” della Compagnia Frosini- Timpano. Dal 25 novembre in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne è in scena “Barbarblù-storia di quotidiana violenza” regia di Mario Mascitelli con Gabriella Carrozza, Paola Ferrari e Mario Aroldi. A dicembre, in particolare dal 5, è la volta di “Amleto FX” un omaggio alla celebre opera shakespiriana in una chiave originale e moderna prodotta da VicoQuartoMazzini e dal Teatro dell’Orologio e vincitrice del premio “Direction under 30”. “La Peste” sarà in scena il 18 e il 19 dicembre, ispirato all’opera di Alberto Camus, con prenotazione obbligatoria. Ad aprire il 2016 è “Pinocchio” di Zaches Teatro in scena dal 16 gennaio. Il 30 gennaio invece è la volta di “Hamletelia” di Caroline Pagani, ispirato all’Ameto, uno spettacolo che ha vinto diversi premio nazionali e internazionali.

“Io non sono quello che sono”, regia di Maria Pia Pagliericci sarà in scena dal 6 febbraio, cui seguirà dal 13 febbraio “Adolphe. The importance of being…” della “QuasiAnonimaProduzioni” di Messina con Livio Bisignano e Loredana Bruno.  Il mese di febbraio si chiude con “L’Inquilino” spettacolo di Lab121 tratto dal romanzo di Ronald Topor: “L’inquilino del terzo piano”. Marzo si apre con un nuovo omaggio a Shakespeare con “Scene d’Amleto” a partire dal 5 sotto la guida di Antonio Zanoletti. Il 19 marzo la compagnia Fibre Parallele porta poi in scena “Due”, già vincitore del premio Fringe/L’Altrofestival al 18° Festival Internazionale del Teatro di Lucano in Svizzera. Il 9 aprile è un scena Oscar De Summa con “Stasera sono in vena”. Il programma 2015-2016 si chiude infine con “L’ultima partita” dal 30 aprile al 1 maggio.

Ad aprire il calendario della stagione 2015/2016 in realtà non è la prosa, ma sono due concorsi: il primo, inaugurato quest’anno è il “Premio Maurizio Soliani”, riservato ai giovani compositori di musica per il teatro. Un riconoscimento intitolato e dedicato a Maurizio Soliani, musicista e autore dei componimenti che hanno accompagnato per anni le produzioni del Cerchio. Come ha precisato il direttore artistico Mario Mascitelli: “dedicato ai musicisti per il teatro e per la scena, prima edizione di un premio unico nel suo genere in Italia, che vuole omaggiare i giovani compositori di musica d’arte performativa e ricordare un grande artista e amico del nostro teatro”. La giuria costituita da Michelangelo Flammia (musicista e docente del CEMM School of Music di Milano), Guido Ponzini (musicista), Mario Mascitelli (Direttore Artistico del Teatro del Cerchio), Loredana Scianna (Teatro Europa) e Stefania Maceri (Kollettivo Teatro)  che ha attentamente valutato i brani inediti pervenuti (ai partecipanti era richiesto di comporre le musiche di due scene tratte dal “Caligola” di Albert Camus) per poter assegnare al vincitore il premio in denaro di 1.000 euro, nonché la possibilità di sottoscrivere un contratto per creare le musiche di una nuova produzione teatrale firmata Teatro del Cerchio, nell’ambito della stagione 2015-2016.

Il secondo concorso è l’ormai famoso “Dietro l’Angolo” – Bando per compagnie teatrali locali, che è ormai giunto alla sua sesta edizione e che dal 27 settembre al 4 ottobre permetterà a ben 7 compagnie di zona di portare in scena un loro spettacolo. Il 4 ottobre, dopo l’esibizione della Compagnia vincitrice della passata edizione, verrà premiata una delle sette compagnie in gara quest’anno che si aggiudicherà 500 euro come contributo alla produzione di uno spettacolo che andrà in scena in chiusura della settima edizione del bando nel 2016. Verranno consegnati inoltre anche  il premio miglior attore e migliore  attrice e  il premio del pubblico, che potrà votare lo spettacolo a cui ha assistito esprimendo una preferenza tra 1 e 5 su di una schedina consegnata all’ingresso e infine il premio giuria giovani composta da studenti universitari.

Da non dimenticare il cartellone dedicato ai ragazzi composto da diversi titoli e produzioni note cui si accompagnano 5 nuove produzioni firmate Teatro del Cerchio. Ad aprire l’atteso cartellone è “Le sorellastre di Cenerentola” in scena l’11 ottobre con Gabriela Carrozza e Martina Visani, regia e testo del direttore artistico del Teatro del Cerchio: Mario Mascitelli. A seguire il 18 ottobre la nuova produzione 2015 intitolata: “I segreti di Re Artù”, testo e regia di Mario Mascitelli con Gabriella Carrozza e Stefania Maceri. Il 25 ottobre iniziano i quattro pomeriggi targati:  “Pane, amore  e fantasia”, caratterizzati da due diverse performance teatrali a partire dalle 15.30. In questo caso gli spettacoli in scena sono: “Il brutto elefante” e “Dello squalo non si butta via niente”.

Il 31 ottobre e il 1 novembre è in scena la nuova produzione 2015: “I vestiti nuovi del Principe Amleto”, testo e regia di Mario Mascitelli con Mario Aroldi e Mario Mascitelli. L’8 novembre è la volta de “Il pifferaio magico”, testo e regia di Valentina Ciaccia. “Cosa bolle in pentola?” sarà in scena il 15 novembre di e con Paolo Pisi. Il 22 novembre ritorna il pomeriggio targato “Pane, amore e fantasia” con gli spettacoli “Mino il Tauro” e Finito In (ripetuto più volte). Il 29 novembre la nuova produzione di Mario Mascitelli “Il gigante egoista”.

Dal 6 all’8 dicembre la nuova produzione 2015: “Il Natale di Jojo e Molly” a seguire il 20 dicembre un nuovo appuntamento “Pane, amore e fantasia” con “Spiriti di Natale” e “Babbo Natale si è ammalato”. Il 28 dicembre è in scena  “La fabbrica delle parole” con Camilla Curiel, Massimo Boschi e Manuele Amadasi, regia di Mario Mascitelli e coreografie di Nicoletta Cabassi. Il giorno della Bafana, ossia il 6 gennaio, sarà in scena “Il giorno del primo giorno” mentre il 10 gennaio è in scena il vincitore del bando “Nuove prospettive 2016”: “Il giro del cielo”.

“Pinocchio” invece sarà in scena il 17 gennaio con la regia di L. Gramegna, sarà poi la volta di “Storie d’acqua” del 24 gennaio. Il 31 gennaio un altro pomeriggio di “Pane, amore e fantasia” con “I viaggi di Gulliver- Nella terra dei Lillipuziani” e poi “I viaggi di Gulliver- Nella terra dei Giganti”.

Il 7 febbraio i bambini in costume di carnevale potranno entrare gratis per assistere a: “Storia di un uomo e della sua ombra”.

Il 14 febbraio è la volta de “L’isola del tesoro” regia di Luca Ciancia. Mentre il 21 febbraio sarà l’ultimo appuntamento con “Pane, amore e fantasia” con “I viaggi di Gulliver- Sull’isola volante” e “I viaggi di Gulliver- Nella terra degli equini”. Il calendario dei ragazzi si conclude infine il 28 febbraio con la nuova produzione 2015  “Romeo e Giulietta sui tetti di Verona” con Mario Aroldi e Gabriella Carrozza con testo e regia di Antonio Zanoletti.


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)