non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

NON C’E’ DUE SENZA… TE

 
non c'è due senza te
non c'è due senza te
non c'è due senza te

 
Scheda
 

Genere: ,
 
Regia:
 
Titolo:
 
Autore:
 
Interpreti: , , ,
 
Scenografia:
 
Musiche:
 
Regia
 
 
 
 
 


 
Cast
 
 
 
 
 


 
Musiche
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

Da martedì 24 maggio approda al Teatro Sistina di Roma questa commedia, diventata “musicale”, con quattro giovani interpreti . Marco Morandi, Claudia Campagnola, Matteo Vacca , Carlotta Proietti e con la supervisione artistica  di Gigi Proietti, che lo produce  per la Politeama s.r.l. Si è capito perché la commedia è diventata musicale dalle parole di Morandi “La commedia nasce tre […]

0
Posted 26 maggio 2016 by

 
Recensione completa
 
 

Da martedì 24 maggio approda al Teatro Sistina di Roma questa commedia, diventata “musicale”, con quattro giovani interpreti . Marco Morandi, Claudia Campagnola, Matteo Vacca , Carlotta Proietti e con la supervisione artistica  di Gigi Proietti, che lo produce  per la Politeama s.r.l. Si è capito perché la commedia è diventata musicale dalle parole di Morandi “La commedia nasce tre anni fa con noi quattro attori scellerati, ha girato e superato le 100 repliche, cosa che non ci aspettavamo. Il Maestro Proietti è venuto a vedere lo spettacolo e ha detto che meritava di inserire musiche, coreografie, scenografie e quant’altro per renderlo più importante, cioè una commedia musicale.”

Anche il regista Toni Fornari, che ha scritto la commedia, ha ribadito “nasce in un teatrino di 200 posti, quando Proietti venne a vederlo disse : se ci metti quattro o cinque canzoni può andare al Sistina.”  Lo stesso Gigi Proietti “…una scommessa, per passare da un teatro piccolo a uno storico. L’inizio di una scelta per avere nuovi attori e nuovi scrittori. Non è la prima volta che abbiamo fatto esperimenti,dai tempi del mio laboratorio.” Che, aggiungiamo noi, ha dato ottimi risultati.  La battuta finale del Maestro è stata ” Per rinvigorire la drammaturgia, che è un pò ammosciata

Claudia Campagnola ha raccontato brevemente la storia del suo personaggio : finalmente una donna con due mariti (biandria invece della solita noiosissima bigamia)  “un matematico che le dà sicurezza e una normale vita borghese ” e un artista, che rappresenta “la scapigliatura”.

Alle domande dei giornalisti Carlotta Proietti ha ammesso “siamo molto emozionati e ci sentiamo fortunatissimi ad essere qui, al Sistina. Mio padre per la prima volta mi ha anche diretto, cosa molto stimolante. Mio padre ha un senso del lavoro che io rispetto molto.”

E’ stato giocoforza che Proietti-padre aggiungesse “… non ho mai insistito perché facesse teatro. Ho scoperto che andava a lezione di canto, poi è andata a recitazione. Fino a qualche tempo fa non era “fatta”(i padri sono tutti uguali, aggiungiamo noi). Io sono abituato a lavorare da solo e ci si sente un po’ “invasi” da persone con cui hai di base un altro tipo di rapporto.”
La scenografa Alida Cappellini  “le scenografie non sono molto cambiate, le abbiamo adattate al loro modo fresco e giovane di recitare.”
Quello che colpisce di più è l’allegria generale, infatti gli attori parlano quasi insieme dei tre anni di avventure ” si può dire che abbiamo vissuto insieme lavoro e rapporto umano, ci siamo trovati anche di carattere. Ci è piaciuto confrontarci anche dal punto di vista artistico, perchè veniamo da fonti diverse, ma c’è molta armonia che sul palcoscenico traspare, come il ritmo dei tempi e il divertimento.”

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

M.C.C.

 
Avatar of M.C.C.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)