non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

BIENNALE RAGAZZI TEATRO

 
TeteAtete
TeteAtete
TeteAtete

 
Scheda
 

Regia
 
 
 
 
 


 
Cast
 
 
 
 
 


 
Musiche
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

Una grande festa, energica come una partenza ed emozionante e profonda come una nascita, che per un mese intero arricchirà le attività che si svolgeranno in Auditorium nel periodo che coincide con le festività natalizie. Insieme al talento di alcune delle compagnie più sorprendenti del panorama italiano e internazionale, scopriremo il teatro più innovativo, affrontato da tanti diversi punti di vista: attraverso la parola, le immagini, la musica, il movimento, i sensi, con la possibilità di intraprendere un viaggio speciale dedicato a tutte le diverse età della crescita di un bambino.

0
Posted 5 dicembre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

All‘Auditorium Parco della Musica dal 6 dicembre al 6 gennaio 2015 parte  La Biennale dei ragazzi, un progetto ideato e promosso dall’Associazione Culturale PlayTownRoma grazie Regione Lazio, Roma Capitale e Camera di Commercio di Roma.

La Biennale dei ragazzi è un progetto collettivo a più voci della durata di 365 giorni l’anno con l’obiettivo di promuovere a Roma le proposte più innovative e significative del panorama cinematografico, editoriale e teatrale per bambini, ragazzi, scuole e famiglie. La Biennale si pone l’obiettivo di valorizzare e riqualificare l’offerta socio-culturale della città di Roma e dell’intera Regione Lazio.

Il Natale 2014 all’Auditorium inizierà sotto il segno della Biennale Ragazzi Teatro, prima edizione di un evento che prevede una selezione di spettacoli teatrali per i più giovani curati da Michela Cescon, tra le più apprezzate attrici di cinema e teatro. Queste le sue prime dichiarazioni sul progetto: “E’ questa una grande occasione a cui non posso non partecipare e che profondamente mi trova pronta a mettermi al lavoro. Per un mese intero all’interno dell’attività dell’Auditorium  nel periodo delle feste natalizie dove le famiglie hanno del tempo per stare insieme,  proponiamo degli appuntamenti dove gli adulti possono prendere per mano i loro figli e scegliere un spazio proprio per loro, dove divertirsi, ridere, emozionarsi e pensare insieme: forse il regalo più bello! Mi auguro che qualcosa di queste proposte possa rimanere profondamente nel cuore di un bambino, anche una piccola immagine. Mi auguro che per la Biennale ragazzi teatro questo sia l’inizio per costruire sempre più uno spazio dedicato ai nostri figli, per regalar loro materiale creativo importante quanto il cibo e lo studio. Sono certa che il Teatro, quando lo incontri da bambino, da ragazzo, nella forma più alta che riusciremo ad offrire, ha la forza di salvare la vita. Il mio impegno sarà quello di creare occasioni di incontro, sotto forma di proposte diversificate, affinché qualcosa di profondo possa rimanere nel cuore dei ragazzi. Lo so che è ambizioso, ma è necessario provarci perché  il futuro del paese, dipenderà dalla nostra capacità di stimolare il potenziale creativo dei nostri figli”.

Partiremo con il nuovo capitolo del cantiere produttivo del Teatro delle Briciole, nuovi sguardi per un pubblico giovane. Reinventando il libro animato in forma teatrale, POP-UP un fossile di cartone animato intreccia le microstorie di un bambino di carta e di una piccola, enigmatica sfera: le evoluzioni ritmiche, cromatiche e sonore del loro rapporto, i loro incontri, le loro specularità, le loro trasformazioni. Si prosegue con l’ironia e l’umorismo di Têtes à Têtes della coreografa Maria Clara Villa Lobos che segue il viaggio di un personaggio dalla grande testa, dalla sua nascita all’età adulta, dal grembo materno sino all’incontro con l’altro. Planeta KA, Sensacional e Baboo Experience raccolgono invece tre percorsi e tre prospettive di ricerca davvero speciali della compagnia catalana Imaginart: un’esplorazione plurisensoriale fatta di soffici trame colorate e sensazioni audiovisive, per danzare, saltare e muoversi, in un’intensa esperienza visiva e sonora che incoraggia i piccoli a giocare. Incontreremo il lavoro di Scarlattine teatro che con la nuova produzione TestaCoda mostra ciò che sappiamo, pensiamo e sentiamo del nostro corpo oggi, rivelando quanto tali propensioni e modelli siano messi in continua discussione. SCATéNàTI invece accoglierà i bambini su una zattera per un viaggio in mare tra catene, catenelle e catenacci. Senza parole, solo suoni e azioni, per divertirci a scoprire di nuovo tutto. La celebre fiaba de Il tenace soldatino di piombo viene reinterpretata dal Teatro delle Apparizioni attraverso un gioco in cui gli oggetti prendono vita parlando, combattendo e danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta. Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si disveleranno per raccontare una grande storia d’amore.

ALICE NELLA CITTA’

Alla base di tutto il lavoro fatto durante un anno, il lavoro di selezione e promozione dei film, c’è il pubblico e i tanti bambini e bambine che hanno partecipato e animato le proiezioni diAlice nella città, esprimendo con il proprio voto un giudizio e fornendo uno sguardo lungo sulle storie che vedremo nella prossima stagione cinematografica.

A loro è dedicata la rassegna che Alice nella città e la Fondazione Cinema per Roma hanno immaginato dal 17 al 20 Dicembre in occasione delle festività natalizie. La sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, il cinema Andromeda e il cinema Barberini, saranno teatro di una selezione che ha come solo obiettivo quello di mostrare le opere più belle, anzi bellissime, che troppo spesso vengono compresse da una programmazione troppo fitta e velocissima, a tamburo battente, sulla frenetica confezione di novità sempre più spericolate. Inizieremo il 17 dicembre al cinema Barberini con il lancio del nuovo e atteso film di Gabriele Salvatores Il ragazzo invisibile, a cui seguirà un incontro in sala con il regista e Piera Detassis direttore del mensile CIAK. Il 18 dicembre in Auditorium , sempre per le scuole, presenteremo il nuovo film della Disney  Big Hero 6 di Don Hall e Chris Williams. Uno sguardo tra futuro e presente, tra utopia e nostalgia per fermarsi a guardare e rivedere quello che c’è dentro le storie e passare del tempo con il buon cinema.  Lo faremo attraverso le opere di grandi maestri dell’animazione come Hayao Miyazaki con il film Si alza il vento e Isao Takahata con La storia della principessa splendente, accompagnati dalle anteprime natalizie più attese come Paddington di Paul King, mischiando a questi i successi della passata stagione festivaliera: Il viaggio di T.S. Spivet 3D di Jean-Pierre Jeunet, Mio papà di Giulio Base e Trash diStephen Daldry. A lui e al suo Billy Elliot sarà dedicata la proiezione cinematografica del musical live che ha conquistato i teatri di tutto il mondo, che insieme alla proiezione speciale delNational Theatre Live – Ware Horse di Marianne Elliott e Tom Morris tratto dell’opera di Michael Morpurgo ci aiuteranno a festeggiare la nascita della sezione Teatro della Biennale dei ragazzi.

GALLERY


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)