non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

THE MISSING OBJECT

 
Organizzazione
 
 
 
 
 


 
Presentazione
 
 
 
 
 


 
Illuminazione
 
 
 
 
 


 
Location
 
 
 
 
 


 
Qualità
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


Bottom Line

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale – Dipartimento Cultura in collaborazione con il Touring Club italiano e con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura.
Con Autunno Contemporaneo 2014 si è inaugurata una nuova collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale – Dipartimento Cultura con il Touring Club Italiano, che garantirà l’apertura della Sala Santa Rita grazie ai volontari del progetto “Aperti per Voi”.

0
Posted 10 novembre 2014 by

 
Full Article
 
 

Il terzo e ultimo appuntamento dell’edizione 2104 di Autunno Contemporaneo comprende  una nuova configurazione di THE MISSING OBJECT dell’artista belga Kristien De Neve, opera già visibile presso il Cortile del Tempio di Apollo in Circo dal 18 settembre scorso e che accompagna tutta la durata della rassegna, fino al 7 dicembre 2014.

Nel Cortile del Tempio di Apollo in Circo terza configurazione di THE MISSING OBJECT. Tenta, benchè insicuro, perchè insicuro.

Il cortile del Tempio di Apollo in Circo sembra sospeso tra molte realtà visibilmente stratificate nel tempo. L’installazione di Kristien De Neve si sovrappone ad esse, invita a una riattualizzazione del passato ed invoca un’assunzione condivisa di responsabilità. Il fulcro è costituito da una enorme sedia, simbolo di unità collettiva, avvolta nei suoi contorni curvi da vestiti già indossati da una moltitudine di persone. L’oggetto artistico non trova il suo senso in una relazione estetica contemplativa e l’essenza della sedia ricoperta con scampoli di tessuto non sta nel solo lavoro artigianale, ma risiede nella stratificazione di ogni esperienza personale in un rapporto che si configura nel suo farsi.

Dal 14 novembre l’installazione “in progress” di Kristien De Neve assume la sua ultima configurazione, invitando ad una riflessione sul tempo lineare e curvo. Il fulcro è sempre costituito dall’enorme sedia, la vitalità multidirezionale e caotica di germogli e radici creati insieme a tanti ragazzi di scuole medie romane ora si compone e si organizza canalizzandosi in una forte tensione verticale tra terra e cielo. Sbarre di ferro inossidabili con le parole della Delega di Primo Levi si innalzano, giochi di specchi a forma di lance si innestano sulle strutture arruginite, rampicanti si slanciano nella loro crescita, foglie autunnali sono sospese, trattenute nella loro caduta verso terra da un filo invisibile: è il ciclo inarrestabile del flusso vitale.

Kristien De Neve, nata a Lokeren (Belgio), risiede a Roma dal 1988. In Belgio ha conseguito la Laurea in Scienze Pedagogiche con una specializzazione in Pedagogia e Didattica dell’Arte e a Roma si è diplomata in Pittura  all’Accademia di Belle Arti.

Il suo lavoro multimediale fonde arte e pedagogia, focalizzandosi su emozioni e pulsazioni dello spettatore, spesso parte attiva del processo artistico.  Attiva a Roma dagli anni novanta partecipa a numerose esposizioni e festival con video e installazioni. Questi interventi sono caratterizzati da una multimedialità che comunque non abbandona mai del tutto le tecniche più tradizionali come la pittura. Dal 2008 predilige il lavoro con la cera d’api, materiale che sente affine per la sua estrema malleabilità data dal calore. Per installazioni in ambienti esterni lavora spesso con i tessuti, che costituiscono una seconda pelle esposta agli agenti atmosferici, la veste e la forma temporanea di quel che fluisce. La mostra odierna è un proseguimento dell’installazione “The Missing Object. Bricks and Butterflies” esposta all’Academia Belgica – Istituto di Cultura Belga a Roma – e inaugurata nel maggio 2014.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)