non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

SE HO PAURA PRENDIMI PER MANO

 
wwwinmondadori_png_485x0_crop_upscale_q85
wwwinmondadori_png_485x0_crop_upscale_q85
wwwinmondadori_png_485x0_crop_upscale_q85

 
Scheda
 

Autore:
 
Editore:
 
Stile
 
 
 
 
 


 
Contenuto
 
 
 
 
 


 
Piacevolezza
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 

Pro


Una deliziosa commedia romantica

Contro


Commovente dotata di un linguaggio rapido e veloce.


In breve

Un analista finanziario che vive sotto i ponti. Una bambina che interessa a molti ma che nessuno vuole. Una fuga rocambolesca in una Roma magica e pericolosa.

0
Posted 1 ottobre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

“Se ho paura prendimi per mano”,  distribuito dalla casa editrice Corbaccio ed una commedia romantica, allegra e commovente dei giorni nostri caratterizzata dal tocco delicato e avvincente dell’autrice Carla Vistarini. L’autrice romana ha scritto diverse canzoni per cantanti del calibro di Ornella Vanoni Riccardo Fogli, Amedeo Minghi, Mia Martini, Renato Zero e Mina oltre ovviamente a testi di importanti programmi televisivi collaborando fra l’altro con Gigi Proietti, Loretta Goggi, Maurizio Costanzo e molti altri. E’ l’autrice di numerose commedie oltretutto premiate dalla critica come Ugo con “Alessandro Haber” e sceneggiature di film come “Nemici d’infanzia” di Luigi Magni che ha vinto il David di Donatello.

Sinossi: 

Smilzo, fallimentare barbone nonché ex analista finanziario di successo, è al supermercato quando avviene una rapina in cui resta uccisa una donna. Vicino a lei c’è una bambina di tre anni, impietrita dallo choc. Prima che la polizia si renda conto di quel che sta succedendo, un energumeno cerca di rapire la piccola, ma Smilzo riesce a prenderla e a portarla via con sé. Non sa esattamente cosa l’abbia spinto e non sa che farsene di lei. Però sa che ha bisogno di protezione e, incredibilmente, sente che lui può esserle di aiuto. Non importa se finirà nei guai e dovrà nascondersi per mezza Roma, inseguito da una banda di criminali. Smilzo non è uno sprovveduto, e con l’aiuto di un’improbabile squadra costituita da un prete e da un attempato professore universitario (per non parlare di un saccente chihuahua) riuscirà a cambiare il destino della bambina e anche il suo.

Estratto: 

«All’improvviso una bambina alta mezzo metro assestò a Smilzo un calcio nello stinco e lo guardò con odio. 

‘Che stai facendo?’ le chiese scioccamente.

‘F-f-….ngulo’ gli sputazzò da sotto la nana di tre anni massimo. Impugnava una clava di plastica rossa e aveva preso di mira il suo ginocchio.

Lui le piantò una mano sulla testa, per tenerla lontana da sé, ma quella continuava a spingere come un ariete inferocito.

Smilzo si guardò intorno, cercando di capire chi fossero i genitori. ‘Di chi è questa bambina?’ chiese.

La domanda cadde nel vuoto.»


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)