non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

QUANDO IL RISCHIO È VITA

 
Quando il rischio e vita_Sovra.indd
Quando il rischio e vita_Sovra.indd
Quando il rischio e vita_Sovra.indd

 
Scheda
 

Autore:
 
Editore:
 
Pagine:
 
Stile
 
 
 
 
 


 
Contenuto
 
 
 
 
 


 
Piacevolezza
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

no dei più grandi alpinisti-esploratori italiani di tutti i tempi si racconta in un libro destinato ad appassionare, commuovere e insegnare. «La storia di un uomo che fu alpinista anche nelle grandi pianure» cit di Andrea Vitali

0
Posted 16 aprile 2015 by

 
Recensione completa
 
 

«Penso e scrivo la mia storia, come se scrivessi e pensassi di un altro uomo… o meglio di altri uomini, di tanti quanti in ogni atto, avvenimento, caso o avventura si sono trasfigurati in me: diventando un alpinista delle Alpi, uno sherpa sull’Himalaya, un eschimese in Groenlandia, un discendente degli Incas sulle Ande, un masai sul Kilimangiaro, un uomo primitivo fra gli indiani d’Amazzonia e fra gli aborigeni del deserto australiano. A volte, per adattarmi all’ambiente, ho dimenticato la mia cultura e sono sopravvissuto meglio con il solo istinto: come un animale; ho immaginato di essere un pinguino all’Antartide e anche un delfino, quando navigavo a vela nelle acque tempestose di Capo Horn…

«Così non pongo limiti all’esistenza e proseguo, resisto, superando il caso che sembrava incredibile: in questo modo si compie il miracolo di scoprirmi la forza che genera in me la ‘Fede’, che è fiducia, lealtà, impegno e adesione fervida a un ideale. È una forza misteriosa, che hanno certi popoli del deserto o della foresta, e anche i pescatori in mare, e i contadini sulla loro terra e tutti gli uomini nella loro infanzia e che poi lasciano condizionare e atrofizzare insieme con gli altri cinque sensi e con la fantasia.»

Alpinista, viaggiatore, navigatore ed esploratore, Carlo Mauri fu soprattutto un uomo dalla curiosità insaziabile nei confronti del mondo e degli uomini che lo abitano. Quando il rischio è vita, pubblicato nel 1975 e oggi riproposto in una nuova edizione con una prefazione di Andrea Vitali, nuove fotografie e un’appendice sulla sua esperienza in Unione Sovietica, a quarant’anni di distanza nulla ha perso della freschezza e del fascino originari: proprio come tutti i grandi classici.

 

«Ho sempre amato vivere intensamente. Gli anni a disposizione della mia esistenza su questa terra, anche fossero cento, sono unici, sono pochi.

Il mondo meraviglioso ed emozionante è di chi vive.»

 

Scheda Autore:

Carlo Mauri nasce in provincia di Lecco nel 1930. Negli anni Cinquanta è protagonista di prime eccezionali in solitaria o in cordata con Walter Bonatti sul Bianco e in Dolomiti, e di spedizioni extraeuropee, fra cui quella guidata da Riccardo Cassin che lo portò, sempre con Bonatti, in vetta al Gasherbrum IV. In seguito, alla ricerca di avventure e di nuovi mondi da esplorare, attraversa l’Oceano Atlantico con il Ra, un’imbarcazione in papiro, percorre a cavallo la via della Seta con il figlio adolescente, viaggia in Patagonia, lungo il Rio delle Amazzoni, realizzando documentari e reportage per la Rai. Muore a cinquantadue anni per un infarto sulla ferrata del Pizzo d’Erna.


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)