non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

IO SONO MALALA

 
io sono malala
io sono malala
io sono malala

 
Scheda
 

Autore:
 
Editore:
 
Pagine:
 
Stile
 
 
 
 
 


 
Contenuto
 
 
 
 
 


 
Piacevolezza
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

Malala Yousafzai.15 anni ha combattuto per il diritto all’istruzione delle bambine in Pakistan e per questo il 9 ottobre 2012 è stata attaccata dai talebani mentre si trovava sull’autobus di ritorno da scuola nella valle dello Swat. I talebani dichiararono di aver compito questo gesto di estrema violenza perché promuoveva il pensiero occidentale. Sopravvissuta, dopo il delicato intervento in Inghilterra,ha continuato a lavorare e combattere per ciò in cui crede. Famoso il discorso che ha tenuto alle Nazioni Unite il 12 luglio 2013 proprio il giorno del suo compleanno, alla presenza del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon. Citazione: “Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. L’istruzione prima di tutto”.

0
Posted 12 ottobre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

In questi anni Malala Yousafzai ha ricevuto diversi e importanti riconoscimenti e quest’anno le è finalmente stato assegnato il premio Nobel per la Pace. E’ in occasione di questa nomina che la casa editrice Garzanti, dopo aver acquistato l’anno scorso i diritti del suo libro, si appresta ora a pubblicare l’undicesima ristampa rivolta ai ragazzi delle scuole. La scelta è caduta ancora una volta su un’autrice che è simbolo della passione e dei valori della Garzanti: l’importanza del libro al di là dei confini di tempo e di spazio, la forza trascinante dei giovani, l’amore per la libertà, il coraggio e la tolleranza, l’apertura verso il mondo. “Io sono Malala”, l’ultima frase pronunciata prima di essere colpita dal proiettile dei Talebani, è stata ripetuta in decine di lingue diverse, diventando lo slogan di manifestazioni pacifiste, e il titolo di una campagna mondiale dell’Onu per portare tutti i bambini a scuola entro il 2015. Questo libro è la storia vera e avvincente della vita coraggiosa di una giovane ragazza pakistana che lotta per  i diritti delle donne, per il diritto alla tolleranza ma sopratutto all’istruzione dei giovani.

Citazione:

“Era martedì, il 9 ottobre 2012, non proprio il migliore dei giorni dato che eravamo nel bel mezzo degli esami e, se io che sono una secchiona non ero preoccupata, i miei amici si. Avevamo finito per quel giorno, ed ero stretta tra i miei compagni e gli insegnanti, sulla panchina del camion scoperto che viene usato come scuola bus. Non c’erano finestrini, soltanto spesse tendine di plastica che sbattevano ed erano troppo gialle e polverose per vedere fuori, e un francobollo di cielo sulla parte posteriore attraverso il quale ho intravisto un aquilone che volteggiava su e giù. Era rosa, il mio colore preferito.Vengo da un paese che è stato creato a mezzanotte. Quando sono quasi morta era passato da poco mezzogiorno.”

 

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)