non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

IV FILM FESTIVAL TURCO DI ROMA

 
Film Festival Turco-2
Film Festival Turco-2
Film Festival Turco-2

 
Scheda
 

Genere:
 
Regia
 
 
 
 
 


 
Soggetto
 
 
 
 
 


 
Sceneggiatura
 
 
 
 
 


 
Fotografia
 
 
 
 
 


 
Colonna sonora
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
1 total rating

 


In breve

Dal 16 al 19 aprile al cinema Barberini di Roma torna con 12 film fra lungometraggi e cortometraggi, la quarta edizione del Film Festival Turco di Roma. Un’iniziativa gratuita realizzata grazie al supporto del Ministero della Cultura e del Turismo e della Repubblica di Turchia. Nel ruolo di presidente onorario come sempre il regista italiano […]

0
Posted 18 aprile 2015 by

 
Recensione completa
 
 

Dal 16 al 19 aprile al cinema Barberini di Roma torna con 12 film fra lungometraggi e cortometraggi, la quarta edizione del Film Festival Turco di Roma.

Un’iniziativa gratuita realizzata grazie al supporto del Ministero della Cultura e del Turismo e della Repubblica di Turchia. Nel ruolo di presidente onorario come sempre il regista italiano di origine turche, Ferzan Ozpetek:La manifestazione offre un panorama sulla produzione più recente con dodici film, fra lungo e cortometraggi, firmati sia da giovani autori, sia da registi già affermati. Il cinema è molto amato e seguito nel paese dove sono nato: ne ho avuto ulteriore conferma da una recente visita a Istanbul, dove sono rimasto colpito dalla bellezza e dalla comodità delle sale, dotate di tecnologie di ultima generazione”.

Accanto ad Ozpetek anche questa volta Serap Engin Presidente del Festival, che ha spiegato: “Nella rassegna offriamo un panorama di storie intime insieme a film dai valori più generali e condivisi. Individuiamo temi che piacciono agli italiani e che raccontiamo attraverso una storia personale o culturale ma, in ogni caso, turca. Fin dalla I edizione del Festival Turco nel 2011, abbiamo dedicato una sezione della rassegna alla comicità turca. Questi film sono sempre stati accolti con grandi risate dal pubblico italiano. Penso sia una questione culturale. Il Mediterraneo ci unisce”.

Il Film Festival Turco di Roma è un momento importante di incontro e condivisione degli stessi messaggi e valori fra culture diverse, quella turca e quella italiana, ed è innegabile che proprio la vicinanza geografica permetta al pubblico italiano di comprendere lo spirito di questa cultura. Come ha tenuto a precisare l’ambasciatore turco a Roma, Aydin Adnan Sezgin: “Abbiamo iniziato questa avventura nel 2011 con il I Festival Turco a Roma che si è rivelato di grande successo con sempre maggiore crescita di spettatori. Siamo molto orgogliosi del cinema turco e di come si sta sviluppando in Turchia, dei nostri registi, qui ne abbiamo due: Ferzan Ozpetek e Çağan Irmak, sceneggiatori e attori. Inoltre, il cinema turco sta acquisendo sempre maggiore notorietà a livello internazionale. Grazie ad Ozpetek questo festival ha assunto un carattere istituzionale e cercheremo di estenderlo anche in altre città d’Italia. Far incontrare il cinema italiano e il cinema turco vuol dire non solo presentare il nostro cinema al pubblico italiano ma anche costruire un ponte culturale tra i due popoli”.

Ad inaugurare la rassegna di questa IV edizione è il regista Çağan Irmak con il film: “Se dimentico sussurra”, una commedia sentimentale dove la protagonista è Hatice, ex star della musica pop ormai alla fine della carriera che  viene colpita da una forma di Alzheimer per cui dopo essere stata truffata dal suo commercialista e aver perso tutto decide, dopo molti anni, di tornare  a casa dove ritrova la sorella, piena di risentimento nei suoi confronti. Il cast è costituito da Mehmet Günsür, giovane attore già noto per il suo rapporto lavorativo con Ozpetek, infatti nel ’97  è stato protagonista di “Il bagno turco” accanto ad Alessandro Gassman. Ferzan Ozpetek ha raccontato l’incontro con Mehmet Günsür:  “Ho conosciuto Mehmet ai tempi del film Cuore Sacro quando andai in Turchia a presentarlo, lì ho sentito parlare di lui e sono andato al cinema a vedere un suo film. Da quel momento in poi ho seguito molto da vicino la sua carriera”. Accanto a Mehmet Günsür anche una fra le più famose attrici turche del momento Humeyra Akbay, che come ha evidenziato Ozpetek: “E’ un’autentica icona del cinema turco, ma anche cantante e pittrice, una donna straordinaria, che vedremo protagonista di un altro film di Irmak ‘La gente di mio nonno’ un racconto di complicate relazioni familiari”. Il premio alla carriera di quest’anno andrà proprio a Humeyra Akbay, affermata compositrice e cantautrice di brani entrati nelle top parade degli anni ’70, diventata poi una tra le più importanti attrici in patria.

Una rassegna importante che vuole dare un assaggio della cinematografia turca che, come ha spiegato Ozpetek: “E’ un cinema con una doppia anima. Da un lato con una raffinata produzione d’autore, spesso premiata nei più importanti festival internazionali, dall’altro con una quantità di commedie popolari di grande successo che raccontano la realtà di un Paese, dove si incontrano e si confrontano Occidente ed Oriente, modernità e tradizione”.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Federica Di Bartolo

 
Avatar of Federica Di Bartolo


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)