non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

II EDIZIONE DI CIAKPOLSKA – FESTIVAL DEL CINEMA POLACCO

 
citta_delle_rovine xs
citta_delle_rovine xs
citta_delle_rovine xs

 
Scheda
 

Regia
 
 
 
 
 


 
Soggetto
 
 
 
 
 


 
Sceneggiatura
 
 
 
 
 


 
Fotografia
 
 
 
 
 


 
Colonna sonora
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

Dal 5 al 9 novembre 2014 si svolge a Roma la II Edizione di CIAKPOLSKA – FESTIVAL DEL CINEMA POLACCO. Ad aprire la rassegna il film “Ida” di Pawel Pawlikowski, film candidato all’Oscar 2015. Sarà ospite d’onore di questa edizione Lech Majewski

0
Posted 27 ottobre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

Dal 5 al 9 novembre si terrà a Roma la seconda edizione del Festival del cinema polacco CIAKPOLSKA. 16 lungometraggi saranno protagonisti di queste 5 giornate dedicate alla produzione cinematografica polacca per far conoscere in Italia alcuni tra gli autori più rappresentativi della nuova generazione di cineasti del paese. I film saranno proiettati alla Casa del Cinema e al Cinema Trevi.

Ad aprire la rassegna “Ida” di Paweł Pawlikowski che sarà presentato il 5 novembre alla Casa del Cinema. “Ida”, film pluripremiato e distribuito in 56 paesi, è finalista del Premio Lux del Parlamento Europeo e il candidato della Polonia agli Oscar 2015. ll successo clamoroso riscosso all’estero fa di “Ida” uno dei maggiori capolavori della cinematografia polacca degli ultimi anni. Alla serata, organizzata in collaborazione con il Parlamento Europeo – Lux Film Days, sarà presente la sceneggiatrice Rebecca Lenkiewicz.

Le donne saranno le grandi protagoniste di questa edizione della kermesse. Alla Casa del Cinema, che ospiterà la sezione dedicata al Nuovo Cinema Polacco, saranno presentati, tra gli altri, film girati da cineaste che portano sullo schermo temi forti: Malgorzata Szumowska con “In the name of…” – vincitore del Milano Mix Festival 2013 – affronta temi delicati come la sessualità dei sacerdoti, l’omosessualità e la chiesa. Anna Kazejak con “La promessa”, anteprima italiana al Giffoni Film Festival 2014, ci offre una riflessione sull’amore nei tempi dei social network. Joanna e Krzysztof Krauze con “Papusza” affrontano, invece, la tematica della ricerca dell’identità attraverso la storia della poetessa gitana Papusza.

Un omaggio speciale sarà dedicato all’Insurrezione di Varsavia del 1944 nel suo 70° anniversario con il film “Stones for the Rampart” di Robert Glinski, che racconta le drammatiche vicende dei giovani al tempo della guerra. Il regista sarà tra gli ospiti del festival.  Glinski, oltre a essere un autore noto in patria è stato anche il rettore della prestigiosa Scuola di Cinema e TV di Łodz. Imperdibile occasione di vedere anche il cortometraggio che riproduce la simulazione di un volo aereo sulla Varsavia distrutta alla fine della seconda guerra mondiale.

Il weekend dell’8 e 9 novembre si svolgerà al Cinema Trevi e sarà, invece, dedicato ai maestri del cinema polacco. Dopo l’omaggio della prima edizione del festival ad Andrzej Zulawski, quest’anno è la volta di Lech Majewski, regista e scrittore a cui nel 2006 il MoMa di New York ha proposto una retrospettiva completa dei suoi lavori. Majewski è autore del trittico “Il giardino delle delizie”, “I colori della passione” e “Onirica”, tutti e tre distribuiti in Italia da Cecchi Gori Home video (CHGV). Majewski sarà presente per un incontroal Cinema Trevi sabato 8 novembre. Per l’occasione sarà proiettato il suo ultimo film Onirica (2014), una visionaria storia d’amore ispirata alla Divina Commedia di Dante.

Di Majewski sarà proiettato anche il “Il Vangelo secondo Harry”, film del 1994 una sorta di moderna parabola sulla fragilità della coppia, con protagonista Viggo Mortensen.

Oltre alle proiezioni, la Casa del Cinema ospiterà una mostra fotografica Heroin(a) di Tomasz Tyndyk dedicata alla nuova generazione delle attrici polacche ed uno spazio in cui saranno presentati, durante tutto il festival, cortometraggi di giovani registi prodotti dallo Studio Munk.

Per la prima volta verrà assegnato dal pubblico romano, il Premio del Pubblico per il Migliore Film. La pellicola vincitrice sarà presentata il 16 Dicembre alle ore 20 presso il Polo Culturale Visiva all’interno della rassegna “Trip – frammenti di viaggio” che proporrà, tra gli altri, “Onirica” di Majewski  in streaming sul portale romefilmmarket.com.

Partner di questa seconda edizione di CIAKPOLSKA, promossa, dall’Istituto Polacco di Roma sono: Cortoitaliacinema, RIFF, Polish Film Institute, Trieste Film Festival, Bari Film Festival, Lux Film Days – Parlamento Europeo, Casa del Cinema, Cineteca Nazionale – Cinema Trevi, Parthénos Distribuzione e CGHome Video. La rassegna ha il Patrocinio di Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica.

 

PROGRAMMA:

Mercoledì 5 novembre / Nuovo Cinema Polacco

Casa del Cinema (Villa Borghese), largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

ingresso libero

ore 18.00

Brindisi di benvenuto CiakPolska 2014 e Lux Film Days

Inaugurazione della mostra fotografica

Heroin(a)

Nuova generazione di attrici polacche  di Tomasz Tyndyk 

ore. 19.00

Apertura del festival alla presenza dei direttori dei festival e del vicepresidente del Parlamento Europeo incaricato per il Premio LUX, Antonio Tajani.

INCONTRO CON REBECCA LENKIEWICZ, co-sceneggiatrice di Ida

Paweł Pawlikowski, Ida, 2013, 79’

Anteprima italiana Torino Film Festival 2013, fuori concorso / Candidato polacco agli Oscar / Finalista Premio Lux 2014

Polonia, 1962. Anna è una giovane orfana cresciuta tra le mura del convento dove sta per farsi suora: poco prima di prendere i voti apprende di avere una parente ancora in vita, Wanda, la sorella di sua madre. L’incontro tra le due donne segna l’inizio di un viaggio alla scoperta l’una dell’altra, ma anche dei segreti del loro passato.

ore 21.30

Bodo Kox, La ragazza dell’armadio / Dziewczyna z szafy, 2013, 88’

Vincitore Rome Independent Film Festival 2014

I fratelli Jacek e Tomek vivono in uno dei tanti palazzi di cemento di una zona residenziale. Tomek soffre della sindrome di Savant e Jacek lavora a casa come webmaster. Un giorno Jacek chiede alla sua nuova e misteriosa vicina dai capelli rossi di prendersi cura del fratello durante la sua assenza. Fra i due nasce allora un’amicizia, uno strano, ma bellissimo legame senza parole.

 

giovedì 6 novembre / Nuovo Cinema Polacco 

Casa del Cinema (Villa Borghese), largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

ingresso libero

ore 19.00

Małgorzata Szumowska, In nome di… / W imię… , 2013, 98’

Vincitore Milano Mix Festival 2013

Padre Adam gestisce una piccola parrocchia sperduta nel nulla e si prende cura di una comunità per adolescenti socialmente disadattati. Molto presto conquista la fiducia degli abitanti del luogo e stringe una relazione particolarmente intima con Łukasz, un outsider del posto. Questa amicizia costringe padre Adam a confrontarsi con se stesso e porsi delle domande sulla propria fede.

ore 21.30

Joanna e Krzysztof Krauze, Papusza, 2013, 126’

Un’epopea dei Rom polacchi del XX secolo narrata attraverso la figura di Papusza (Bronisława Wajs 1908- 1987), prima poetessa in lingua rom, scoperta e tradotta in polacco da Jerzy Ficowski, lui stesso poeta e grande conoscitore dei Rom in Polonia. Ma per Papusza (“bambola” in lingua rom) il suo dono per la poesia è allo stesso tempo la sua fortuna e la sua maledizione.

 

venerdì 7 novembre ore 11.00 / MasterClass

Accademia di Belle Arti di Roma, via di Ripetta, 222

Masterclass con Lech Majewski

Conduce prof. Dario Evola, Cattedra di Estetica, Accademia di Belle Arti di Roma Artista, poeta, pittore, compositore, scrittore, produttore, regista teatrale e film maker, Lech Majewski, è nato a Katowice in Polonia nel 1953 e si è diplomato alla Scuola di Cinema di Łódź nel 1977. Ha lavorato come produttore negli Stati Uniti, vive ora in Polonia, tiene lezioni e presenta le sue opere in tutto il mondo.

 

Casa del Cinema (Villa Borghese), largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

ingresso libero

ore 17.00

Anna Kazejak, La promessa / Obietnica , 2014, 97’

Anteprima italiana Giffoni Film Festival 2014

Lila e Janek, una coppia di quattordicenni, rappresentano una generazione per cui Skype e Facebook sono i mezzi principali di comunicazione. Un giorno Lila accusa il ragazzo di tradimento. Davanti alle scuse del ragazzo, Lila gli dà 24 ore affinché lui possa provare il proprio amore.

ore 19.00

Evento speciale. Omaggio a Varsavia nel 70° Anniversario della sua Insurrezione del 1944

INCONTRO CON ROBERT GLINSKI

Damian Nenow, La città delle rovine / Miasto ruin, 2010, 6’

Il cortometraggio riproduce, attraverso la simulazione di un volo aereo, la scala delle distruzioni subite da Varsavia alla fine della seconda guerra mondiale. a seguire

Robert Gliński, Pietre da barricata / Kamienie na szaniec, 2014, 112’

La gioiosa vita di Alek, Zośka e Rudy è bruscamente interrotta dallo scoppio della seconda guerra mondiale. I tre amici vengono allora costretti a scelte drammatiche: sopravvivere a tutti i costi o unirsi alla lotta per una patria libera, rischiando la propria vita. Tratto dall’omonimo romanzo di Aleksander Kamiński.

ore 21.30

Tomasz Wasilewski, Grattacieli galleggianti / Płynące wieżowce, 2013, 89’

Anteprima italiana Trieste Film Festival 2014

L’aspirante campione di nuoto Kuba si allena da quindici anni, vive una vita normale e tranquilla, a casa con la madre e la fidanzata Sylwia. Un giorno conosce ad una festa Michał. Inaspettatamente tra i ragazzi nasce una relazione molto forte che sconvolge la vita di Kuba.

 

sabato 8 novembre / Cineteca Classic: Lech Majewski

Cinema Trevi, vicolo del Puttarello, 25 – Roma

Ingresso a biglietto, ingresso libero per l’incontro e la proiezione delle ore 19.00

ore 17.00 / Trilogia

Il giardino delle delizie / Ogród rozkoszy ziemskich, 2003, 104’

Claudia, una storica d’arte specializzata nei dipinti di Hieronymus Bosch, viene colpita da una malattia inguaribile. Insieme al suo amante, Chris, si trasferisce da Londra a Venezia dove dedica i suoi ultimi attimi di vita all’amore e allo studio dell’opera di Bosch, Il giardino delle delizie. Il film è un affresco che si interroga sui rapporti fra arte e amore, erotismo e morte, creatività e vita.

ore 19.00 / Trilogia

INCONTRO CON LECH MAJEWSKI

conduce prof. Dario Evola, Cattedra di Estetica, Accademia di Belle Arti di Roma

partecipa Dorota List (costumi) Massimiliano Cutrera (uno dei protagonisti del film)

Onirica / Psie pole, 2013, 95’

Anteprima italiana Bari Film Festival 2014

Adam, sopravvissuto ad un incidente d’auto in cui hanno perso la vita i suoi amici più cari, abbandona la sua carriera accademica e si immerge in una dimensione onirica popolata da strane visioni e immagini dantesche. Solo lì riesce a trovare sollievo. Onirica è una visionaria storia d’amore ispirata alla Divina Commedia.

ore 21.30

Il vangelo secondo Harry / Ewangelia według Harry’ego, 1994, 82’

Karen (Jennifer Rubin) e Wes (Viggo Mortensen), una giovane coppia, stanno attraversando una profonda crisi sentimentale. Il motivo fondamentale del loro conflitto risiede nel desiderio da parte di Karen di avere un bambino. L’azione del film si svolge nel deserto californiano, dominato dalla civiltà industrializzata, che rassomiglia però ad ogni altro posto del mondo.

domenica 9 novembre / Cineteca Classic: Lech Majewski

Cinema Trevi, vicolo del Puttarello, 25 – Roma

Ingresso a biglietto

ore 17.00

La stanza dei daini. Un’opera autobiografica / Pokój saren, 1997, 90’

In un vecchio palazzo una famiglia di tre persone conduce in apparenza una vita del tutto normale. Con  l’arrivo della primavera il loro appartamento si trasforma in un prato e in autunno appaiono i daini. Il film, tratto dal libretto dell’opera The Roe’s Room, con la quale nel 1996 Lech Majewski ha debuttato come compositore, è una visionaria poesia cinematografica.

ore 19.00

Wojaczek , 1999, 89’

Rafał Wojaczek è il “Poeta Maledetto” polacco, sempre in lotta con la realtà e la poesia, parte indissolubile della sua esistenza. Il film tuttavia non si concentra sull’opera del poeta, ma è composto di scene, quadri, ricordi, gesti, parole che raccontano la leggenda dell’artista, morto suicida a soli 26 anni, sullo sfondo della realtà polacca degli anni sessanta.

ore 21.00 / Trilogia

I Colori della passione / Młyn i krzyż, 2011, 92’

Peter Bruegel, il più saggio filosofo tra tutti i pittori, dipinge l’epico capolavoro La salita al Calvario. Lo spettatore segue la creazione del dipinto a partire dai disegni preparatori della tela. Il modo rivoluzionario di rappresentare l’arte permette di “entrare” nel quadro e osservare le storie di alcuni personaggi scelti dal regista tra le oltre cinquecento figure che affollano la tela di Bruegel.

Proiezione speciale, Premiazione Premio del Pubblico CiakPolska

Casa del Cinema (Villa Borghese), largo Marcello Mastroianni, 1 – Roma

Solo su inviti

Evento speciale. Omaggio a Varsavia nel 70° Anniversario della sua Insurrezione del 1944

ore 11.00

Jan Komasa, Varsavia 44 /Miasto 44, 2014, 128’

1944, Varsavia occupata dai Nazisti si prepara all’Insurrezione. Il giovane Stefan, abbandonando sua madre e suo fratello minore, decide di combattere con l’esercito clandestino polacco (Armia Krajowa) per liberare Varsavia. Lì conosce due ragazze, Kama e Biedronka, e con loro l’amore in tempo di guerra.

Spazio Polish Talents, Casa del Cinema

Durante tutto il festival, sarà allestito il Polish Talents – spazio lettura e video dedicato al cinema polacco. Il pubblico potrà gratuitamente visionare i migliori cortometraggi e documentari prodotti dallo Studio Munk. Sarà inoltre possibile consultare in libero accesso libri e riviste sul cinema polacco in lingua italiana. La mostra Heroin(a) rimarrà aperta fino al 30 novembre negli orari di apertura della Casa del Cinema.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)