non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

DIE HARD-UN BUON GIORNO PER MORIRE

 
die-hard---un-buon-giorno-per-morire_cover
die-hard---un-buon-giorno-per-morire_cover
die-hard---un-buon-giorno-per-morire_cover

 
Scheda
 

Genere:
 
Regista:
 
Durata:
 
Sceneggiatura:
 
Direttore Della Fotografia:
 
Titolo Originale:
 
Produzione:
 
Regia
 
 
 
 
 


 
Soggetto
 
 
 
 
 


 
Sceneggiatura
 
 
 
 
 


 
Fotografia
 
 
 
 
 


 
Colonna sonora
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
4/ 5


User Rating
2 total ratings

 

Pro


Bruce Willis è decisamente invecchiato, ma ancora domina la scena

Contro


E’ un vero sorprendente action movie, ma al di là di questo….


In breve

John McClane parte per la Russia con l’obiettivo di tirar fuori di prigione il figlio Jack, che è stato arrestato con l’accusa di omicidio. Qui John scopre che suo figlio non è poi tanto diverso da lui, dato che è in realtà un agente della CIA, il cui compito è di sventare un possibile attacco terroristico grazie all’aiuto di un ex trafficante di armi e uranio convinto a collaborare con i servizi segreti degli USA.

1
Posted 22 marzo 2013 by

 
Recensione completa
 
 

Era il 1988 quando apparve nelle sale cinematografiche del mondo l’intramontabile “Die Hard- Trappola di Cristallo”, diretto da John McTiernan e interpretato da Bruce Willis nei panni del poliziotto John McClane, ed ora dopo esattamente venticinque anni, quasi fossero i festeggiamenti delle nozze d’argento, l’attore statunitense torna ad interpretare di nuovo questo ruolo. Siamo al quarto sequel della saga che stavolta è diretta da John Moore. Stavolta il nostro eroe è alle prese con intrighi russi a causa del figlio Jack (Jai Courtney), che pare sia diventato un delinquente da strapazzo e John non esita a volare alla volta di Mosca per aiutarlo, peccato però che la realtà sia decisamente diversa. Jack infatti è un agente della Cia sotto copertura che deve proteggere a tutti i costi un informatore, Komorov, interpretato da Sebastian Koch, e impedire un nuovo disastro nucleare come fu Chernobyl.

Curiosità: il film è stato girato a Budapest ed hanno partecipato alle riprese circa 50 stuntmen inoltre è stato utilizzato per le riprese un elicottero dell’esercito russo: Mi:24 che da lì a poco sarebbe stato rottamato.

 

PRO

Bruce Willis è decisamente invecchiato, ma ancora domina la scena con la sua vervè e umorismo, superando senza colpo ferire una serie ininterrotta di inseguimenti, sparatorie e colpi di scena. E’ un caleidoscopio di scene d’azione , che iniziano e si concludono con esplosioni di grande portata e d’effetto. E’ in sintesi uno spettacolare action movie, grazie anche ad un montaggio veloce che resta in linea con la matrice originale dell’opera ossia l’intrattenimento e la fantasia attraverso la velocità, tanto da realizzare quasi un videogioco ad ostacoli, il cui motto è: l’ingegno umano supera qualsiasi cosa.

CONTRO

E’ un vero sorprendente action movie, ma al di là di questo….manca quasi totalmente la sottile ed altrettanto vistosa ironia che caratterizzava le precedenti opere della serie. E’ scena e azione pura attraverso un utilizzo quasi maniacale della computer grafica, così i dialoghi diventano a volte insulsi e troppo basati sul rimpianto, perfino il contrasto fra padre e figlio che dovrebbe dominare la storia risulta poco credibile.

Gallery


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


Un Commento



Risposte


(required)