non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

TRENTINOINJAZZ 2014 SI CHIUDE CON OSSO MASTROSSO E CARCAGNOSSO

 
Osso mastrosso e carcagnosso
Osso mastrosso e carcagnosso
Osso mastrosso e carcagnosso

 
Scheda
 

Genere:
 
Curatore:
 
Protagonisti: , , , , ,
 
Organizzato Da:
 
Location:
 
Calendario:
 
Organizzazione
 
 
 
 
 


 
Presentazione
 
 
 
 
 


 
Illuminazione
 
 
 
 
 


 
Location
 
 
 
 
 


 
Qualità
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
3 total ratings

 


In breve

La ‘favola musicale sulle mafie’, tratta dal libro omonimo e musicata da Emilio Galante, chiude la ricca rassegna trentina, partita a luglio. Appuntamento sabato 6 dicembre al MART

0
Posted 5 dicembre 2014 by

 
Recensione completa
 
 
Sabato 6 dicembre al MART di Rovereto si chiude l’edizione 2014 di TrentinoInJazz, la rassegna inaugurata lo scorso luglio e giunta a conclusione dopo un’estate e un autunno fitti di concerti, legati a una  visione non convenzionale – e soprattutto di qualità – del jazz. Il 6 l’appuntamento di chiusura è lo spettacolo Osso, Mastrosso e Carcagnosso – una favola musicale sulle Mafie, musicato da Emilio Galante su testo di Antonia Sorce e illustrazioni di Enzo Patti.
Osso, Mastrosso e Carcagnosso nasce dalla suggestione per il libro omonimo e usa le immagini in movimento di Patti per accompagnare il racconto scenico-musicale: la storia mitica di tre cavalieri che lasciano la Spagna, approdano a Favignana e da lì ripartono per dare origine a  Mafia, ‘Ndrangheta e Camorra. La vicenda è assegnata alla voce di Paride Benassai e a voci recitanti preregistrate (in italiano e siciliano sottotitolato), della musica si occupa Sonata Islands in formazione trio con Emilio Galante (flauto), Simone Zanchini (fisarmonica) e Andrea Dulbecco (vibrafono). L’origine leggendaria delle Mafie diventa così una sorta di  favola per bambini ambientata tra musica colta e jazz.
E’ una grande soddisfazione per Emilio Galante, direttore artistico della sezione autunnale del festival: “Il 2014 per TrentinoInJazz è stato all’insegna di grande creatività nella realizzazione di nuovi progetti che hanno esplorato strade poco battute come quella del rapporto fra musica e parola recitata, di teatro musicale jaz, che ha segnato la parte autunnale. Grande successo al MART (che per la prima volta ci ha ospitato) della presentazione del nuovo cd di Sonata Islands, Canti Alpini: ci aspettiamo anche per l’ultima serata una presenza significativa e soddisfatta”.
La raggiunta unitarietà (vari programmi raggruppati sotto un’unica egida, a differenza delle separazioni passate in Sonata Islands, NonSole Jazz, Valsugana Jazz Tour e Lagarina Jazz), il cartellone ricco e consistente, le diverse espressioni del jazz contemporaneo, gli artisti di qualità e le location affascinanti sono stati il segreto di questa avvincente edizione 2014, che ha visto adoperarsi anche capaci mediapartner come  Jazzit, Jazzitalia e SenzaBarCode. Ci vediamo all’edizione 2015!

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)