non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

#SENZACONFINE VOLGE LO SGUARDO ALL’ARTE CONTEMPORANEA

 
semna confine
semna confine
semna confine

 
Scheda
 

Genere:
 
Location:
 
Organizzazione
 
 
 
 
 


 
Presentazione
 
 
 
 
 


 
Illuminazione
 
 
 
 
 


 
Location
 
 
 
 
 


 
Qualità
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
no ratings yet

 


In breve

#senzaconfine guarda all’arte contemporanea. Accanto alla Retrospettiva Storica del Manifesto Turistico due progetti artistici degli anni Duemila vivranno negli spazi della Factory La Pelanda di Roma dall’8 al 29 novembre 2014.

0
Posted 7 novembre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

Sabato 8 novembre aprirà al pubblico #senzaconfine con una serata dai numerosi eventi. Dalle ore 18 l’artista romano Massimo Rizzuto presenterà la sua opera “Stringhe #07” nella versione allestita ad hoc per la “sala cisterne” della Factory. Al centro del lavoro di Rizzuto sta l’uomo. Si tratta di un uomo che si trova inestricabilmente legato agli altri, retificato ai suoi simili, connesso ad essi da sottili fili che prova a percorrere in un delicato equilibrio che ricorda il Funambolo di Klee. Rizzuto costruisce in prima persona le sue opere e in questo senso è artigiano, ma anche regista perché stabilisce egli stesso le connessioni e le relazioni tra i protagonisti della sua installazione. Anche l’intorno è fondamentale in “Stringhe#07”: la luce oscilla senza sosta e modifica le ombre che la rete abitata riflette sulle pareti, in un comparire e scomparire continuo e ineluttabile sia degli umani sulla rete, sia di noi voyants, improvvisamente fusi con l’opera stessa.

Nel corso della serata, alle ore 21, sarà presentato anche il progetto “Sine/Limes” dell’associazione Kill The Pig con il supporto di Premio Comel. “Sine/Limes” è un work in progress che inizierà l’otto novembre quando saranno scoperte le tre monumentali installazioni in alluminio che abiteranno l’esterno della Factory. Fino al 20 novembre, Solo, Diamond ed Emmeu, tre fra i più importanti esponenti della street art romana, interpreteranno queste strutture e il loro lavoro sarà visibile ai visitatori della Factory (l’opera completa, vera e propria testimonianza del modus operandi della street art, sarà presentata al pubblico il 20 novembre 2014 alle ore 21).

Dalle ore 22 sul palco della Factory La Pelanda saliranno i primi ospiti musicali di tutta la rassegna. Si inizierà con il live di Percussion Voyager, duo di percussionisti italiani formato da Maurizio Rizzuto e Matteo Scaioli, che hanno dato vita a una originale ricerca musicale che mescola musica contemporanea, indiana, giapponese e improvvisazione jazz con suoni elettronici e ritmiche dance. Seguirà il djset di Andrea Cavallaro, ideatore e fondatore di Musiculture Agency. Subito dopo il live di Luca Distefano: uno dei pochi musicisti al mondo a suonare un Reactable Live. Con questo live-set Distefano ha aperto le performance di artisti come Francesco Tristano, Carl Craig, Apparat e Alex Barck.


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)