non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

FONDAZIONE RICCARDO CATELLA e COMETA PRESENTANO LE GERLE, LA NUOVA SEDIA PER ESTERNI DISEGNATA DA UN DESIGNER INSIEME A GIOVANI STUDENTI

 
sedia per esterni fodazione catella
sedia per esterni fodazione catella
sedia per esterni fodazione catella

 
Scheda
 

Genere: ,
 
Organizzato Da:
 
Organizzazione
 
 
 
 
 


 
Presentazione
 
 
 
 
 


 
Illuminazione
 
 
 
 
 


 
Location
 
 
 
 
 


 
Qualità
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
1 total rating

 


In breve

Fondazione Riccardo Catella e Cometa annunciano il progetto vincitore de “L’Italia si Alza” e presentano la nuova sedia per esterni, pensata per vivere gli spazi pubblici della Città progettata da un designer professionista insieme ai giovani studenti della Scuola Oliver Twist che si sono confrontati con il mondo del design e del lavoro. La giuria, […]

0
Posted 19 giugno 2015 by

 
Recensione completa
 
 

Fondazione Riccardo Catella e Cometa annunciano il progetto vincitore de “L’Italia si Alza” e presentano la nuova sedia per esterni, pensata per vivere gli spazi pubblici della Città progettata da un designer professionista insieme ai giovani studenti della Scuola Oliver Twist che si sono confrontati con il mondo del design e del lavoro.

La giuria, presieduta da Michele De Lucchi e composta da  Luca Doninelli, Alida Catella, Valerio Castelli, Erasmo Figini, Andreas Kipar e Gian Paolo Migliaccio, sceglie il progetto LE GERLE, messo a punto daMario Ferrarini, insieme ai ragazzi della Scuola e ne illustra le motivazioni:

L’Italia si Alza e si mette in cammino. Quale migliore slogan per introdurre Le Gerle che non trasportano più il fieno ma se stesse, delle gerlesedie. Le Gerle servono per sedersi ovunque ci si trovi lungo il cammino. Ci si siede per riposarsi, ci si siede per ammirare un paesaggio, ci si siede per parlare con qualcuno. Sono sempre a disposizione e, meraviglia, queste sedie servono anche per trasportare un libro, un computer, una coperta, la merenda, i giochi per i bambini. LE GERLE rappresenta pienamente il senso della vita in movimento, identifica l’uomo contemporaneo nella sua continua ricerca di un futuro migliore, si adatta all’attuale momento di evoluzione della nostra città”.

LE GERLE, che reinterpreta un oggetto della tradizione agricola  in chiave contemporanea, rappresenta l’anima del progetto Porta Nuova Smart Community dove l’innovazione e stili di vita al passo con i tempi trovano la propria collocazione naturale, è un progetto di rottura che considera le nuove esigenze dell’uomo attraverso le sue possibili fruizioni: è sia una sedia per i momenti di relax, sia un pratico zaino in fibra Etwick intrecciata, alluminio, tessuto.

LE GERLE saranno messe in produzione da Ethimo e le royalties derivanti dalle vendite in parte andranno a sostenere le attività di Cometa e gli interventi civici promossi dalla Fondazione Riccardo Catella.

Inoltre LE GERLE saranno a disposizione dei cittadini e dei “viaggiatori” all’interno dell’area di Porta Nuova: sulla base della scelta delle attività da svolgere nell’area suggerite dai totem interattivi, LE GERLA saranno anche l’utile contenitore in cui riporre oggetti compagni del viaggio (giochi, pleid, spuntini, libri, …) e della vita negli spazi pubblici dell’area. Grazie al Le Gerle non più “turisti per caso” ma turisti organizzati.

La sinergia nata tra Fondazione Riccardo Catella e Cometa si basa su una condivisione di valori e sulla convinzione che il “saper fare” e la comunità possano essere il motore per lo sviluppo e la crescita del nostro Paese.

La sedia per esterni, progettata con la visione di essere inserita in alcuni spazi pubblici di Porta Nuova, è la rappresentazione culturale dell’iniziativa che ha visto insieme la Fondazione Riccardo Catella e l’Associazione Cometa e che riassume i valori di una rinascita dell’italianità fatta di tradizione, innovazione, utilizzo responsabile delle risorse, qualità, solidarietà e responsabilità sociale“, ha dichiarato Manfredi Catella, Presidente Fondazione Riccardo Catella.

“La storia di Cometa, luogo di accoglienza ed educazione cresce da incontro a incontro. Ed è durante l’incontro con Manfredi Catella che nasce un entusiasmo condiviso e un sano desiderio di fare qualcosa con i ragazzi per il nostro territorio e per l’Italia. Tra tante idee nate in quel primo incontro oggi si conclude il primo progetto insieme: la sedia realizzata dagli studenti dell’area tessile e legno della nostra Scuola Oliver Twist. Questo progetto concreto è espressione del nostro metodo del fare insieme, Maestri e ragazzi. Ed è grazie a progetti veri, come la sedia per esterni di Porta Nuova, che i ragazzi si mettono alla prova insieme ai Maestri per crescere. E’ attraverso l’esperienza concreta che i ragazzi diventano professionisti e prima di tutto uomini” ci racconta Erasmo Figini, Presidente dell’Associazione Cometa.” ci racconta Erasmo Figini, Presidente dell’Associazione Cometa.

“Questo progetto rientra tra i progetti promossi dalla Fondazione con l’obiettivo di contribuire a migliorare la qualità della vita nella città. Abbiamo cercato anche attraverso il design, uno dei settori in cui Milano è leader nel mondo, di realizzare dei progetti non solo innovativi, ben realizzati e utili ma che contribuissero a diffondere una qualità complessiva del modo di operare: il coinvolgimento dei giovani di Cometa affiancati da tre talenti del design italiano come Mario Ferrarini, Philippe Bestenheider e Giopato Coombes,  e la scelta di un’azienda emergente e protagonista del settore come Ethimo, sono stati gli stimolanti punti di partenza su cui si regge il progetto. Per arrivare ad un risultato di qualità ma anche condiviso, come già era successo in passato, accanto ad una Giuria di esperti, il contributo della votazione pubblica è stato determinante per decidere il progetto migliore.”  Valerio Castelli, Presidente Comitato Design della Fondazione Riccardo Catella.

“La giuria di “Italia si Alza”  è stata una bellissima giuria con partecipanti  importanti nel settore dell’imprenditoria e  del design e si è velocemente creata  una grande sintonia umana che ha permesso di affrontare facilmente la discussione sulla scelta del vincitore. Ciascun giurato ha potuto esprimere il proprio parere non solamente per sostenere la propria scelta, ma anche per contribuire al dibattito che ha affrontato argomenti legati al design, alle mode, alla produzione industriale, alla didattica, all’insegnamento, al mercato e infine all’uso del prodotto vincente e alla sua presentazione pubblica. Il parere della giuria è stato unanime.Ringrazio tutti i partecipanti per il loro contributo e mi congratulo con i vincitori e con gli organizzatori.”, ha dichiarato Michele De Lucchi.

La sedia di design nasce dal coinvolgimento di 70 studenti che frequentano i corsi di falegnameria e tessile presso la Scuola Oliver Twist di Cometa in un percorso formativo dedicato guidato da tre designer professionisti, Philippe Bestenheider, Giopato Coombes, Mario Ferrarini, che si sono resi disponibili a partecipare al progetto con grande disponibilità ed entusiasmo e che sono stati affiancati dai docenti della scuola.

Il brief sottoposto ai giovani progettisti richiedeva una sedia da esterni, per spazi/parchi pubblici, resistente, facilmente trasportabile e immagazzinabile, riconoscibile, dai costi di produzione contenuti, e “out of the box” – un oggetto creativo.

Dopo una visita nell’area di Porta Nuova, tutti gli studenti hanno elaborato, attraverso un’attività creativa libera, numerose idee progettuali, che sono state successivamente sviluppate in progetti dagli studenti suddivisi in tre gruppi insieme ai designers.

E’ stato di grande interesse partecipare a questa iniziativa che unisce due realtà a cui tengo molto, quella del design industriale e quella della didattica. Questo progetto inedito mi ha permesso di fare incontri profondi sia dal punto di vista umano che professionale. La committenza ha sviluppato una visione chiara  e ambiziosa all’altezza di questo luogo emblematico per il rinnovo degli spazi pubblici milanesi. Ethimo, giovane ma con grande know-how è un partner ideale per la messa a punto del prodotto. Gli scambi con gli studenti della scuola Oliver Twist sono stati intensi, a volta destabilizzanti, il più delle volte costruttivi. Speriamo che la nostra sedia possa piacere quanto ci è piaciuto disegnarla.” dichiara Philippe Bestenheider.

 “Gli studenti della Scuola Oliver Twist di Cometa hanno tanta creatività e speranza per il futuro, ed è stata una bellissima esperienza indirizzare questa energia verso qualcosa di positivo e concreto. Insieme abbiamo capito che l’Italia non deve solo alzarsi ma deve anche camminare con obiettivi comuni.” dichiara Giopato Coombes.

In veste di tutor del progetto mi sono posto inizialmente come semplice ascoltatore recettivo nei confronti delle innumerevoli soluzioni proposte e più in generale incuriosito dall’ approccio creativo libero dei ragazzi, nel tentativo poi, in un secondo momento, di convogliare gli spunti più brillanti in un’ottica brand oriented, che avessero così concretamente le credenziali di un prodotto risolto, per un mercato effettivo, grazie alla partnership con Ethimo.” dichiara Mario Ferrarini.

“Il progetto Le Gerle è un’idea di seduta atipica e ‘nomade’ che può essere spostata a seconda delle esigenze e al contempo comoda e funzionale, grazie al vano sotto la seduta che permette di riporre alcuni oggetti. Per me e per Ethimo è stato stimolante e arricchente partecipare a questa iniziativa, e confrontarci con i ragazzi, sempre molto motivati ed entusiasti, della fondazione Cometa, una scuola davvero innovativa, incubatrice di idee e di grandi stimoli. Abbiamo accolto, così, con molto piacere l’invito Gianpaolo Migliaccio, AD Ethimo.

 


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)