non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

BADEN-WÜRTTEMBERG ROMANTICO TRA CASTELLI E GIARDINI

 
Insel Mainau
Insel Mainau
Insel Mainau

 
Scheda
 

Genere:
 
Organizzazione
 
 
 
 
 


 
Presentazione
 
 
 
 
 


 
Illuminazione
 
 
 
 
 


 
Location
 
 
 
 
 


 
Qualità
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 
5/ 5


User Rating
4 total ratings

 


In breve

C’era una volta una terra dove re e imperatori, cavalieri e dame abitavano castelli e regge da favola tra storie d’amore, feste, valorose imprese e intrighi di palazzo. Quella terra c’era e c’è ancora: è il Baden-Württemberg, regione nel sud-ovest della Germania, dove castelli e manieri, residenze barocche e fortezze medioevali restano a testimonianza di un ricco passato “.Quella terra c’era e c’è ancora: è il Baden-Württemberg, regione nel sud-ovest della Germania, dove castelli e manieri, residenze barocche e fortezze medioevali restano a testimonianza di un ricco passato.

0
Posted 27 novembre 2014 by

 
Recensione completa
 
 

Stoccarda regale

Sei castelli in città, numerose rovine sveve nei dintorni, tra cui Nippenburg – la più antica della regione, splendidi parchi e giardini, che formano la cosiddetta “U verde”, un’area che si estende per 8 km dai Giardini del Castello fino al parco sulla collina Killesberg, fanno di Stoccarda una meta “regale”.

È intorno ai due castelli Altes e il Neues Schloss che pulsa la vita della capitale del Land. Il primo (il Castello Vecchio), oggi sede del museo di storia regionale Landesmuseum Württemberg, è il più antico della città e offre uno spettacolare contrasto tra l’imponente carattere medievale dell’esterno e le architetture rinascimentale degli interni. L’altro, quello Nuovo, venne fatto costruire dal  Duca Carlo Eugenio del Württemberg con lo scopo di fare di Stoccarda una seconda Versailles. Un incendio e il trasferimento della residenza del regnante a Ludwigsburg sono la causa del lungo periodo di costruzione (oltre 60 anni). Per questo oggi il Neues Schloss racchiude in sé stili diversi: dal barocco al classicismo, dal rococò all’impero. Sempre grazie a Carlo Eugenio Stoccarda vanta altri gioielli, come il rococò Schloss Solitude, nel XVIII secolo centro della vita di corte, il Bärenschlössle, residenza estiva del Duca e lo Schloss Hohenheim, circondato da un giardino botanico e un parco all’inglese. Sorge tra il Wilhelma, lo storico giardino zoologico e botanico della città sveva e i giardini Unterer Schlossgarten, tra gli angoli verdi più belli di Stoccarda, lo Schloss  Rosenstein, il castello costruito in stile neoclassico tra il 1822 e il 1830 dall’architetto fiorentino Giovanni Salucci durante il regno del re Guglielmo I.

A pochi chilometri da Stoccarda sorge Schloss Ludwigsburg, il castello barocco più grande e meglio conservato della Germania meridionale. La cosiddetta “Versailles Sveva” è un palazzo sontuoso, ricco di eleganti e ricercate sale, camere, gabinetti, saloni e opulenza di dipinti e decori. Vicino a Ludwigsburg si trovano anche il castello rococò Seeschloss Monrepos e il piccolo Schloss Favorite, deliziosa loggia per la caccia immersa in un magnifico parco.

Per maggiori informazioni sull’offerta turistica di Stoccarda e prenotazioni: Stuttgart-Marketing GmbH, tel. +49 (0)711 22 28 0, hotels@stuttgart-tourist.de, www.stuttgart-tourist.it.

Baden-Baden: castelli e verde da scoprire

Nelle giornate di vento in quella che una volta era la Sala dei cavalieri è possibile ascoltare l’„arpa eolia“ più grande d’Europa. Succede tra le rovine del Castello Vecchio o Schloss Hohenbaden, che domina dall’alto il centro di Baden-Baden. Con un’altezza di 4,10 metri l’arpa  è stata progettata da Rüdiger Oppermann, uno dei più importanti e innovativi maestri d’arpa del mondo, e conta 120 corde che vengono suonate dal vento. È questa una delle curiosità che si scoprono visitando le rovine del castello costruito intorno al 1100 e sede dei Margravi del Baden fino al XV secolo. La sua posizione ottimale offre sulla Foresta Nera una vista mozzafiato, che nei giorni tersi arriva fino al Duomo di Strasburgo. Il ristorante interno è l’ideale per una pausa ristoratrice con vista sulla valle del Reno. Altrettanto suggestiva è una visita della fortezza Yburg, a circa 4 km dal centro cittadino. La salita è abbastanza impegnativa ma può essere ripagata da un ottimo bicchiere di vino del Baden, una birra artigianale o una fetta di torta da gustare sulla terrazza panoramica. Costruita intorno al 1200 e distrutta nel 1689, la fortezza conserva intatta una torre medioevale e una vista eccezionale sulla Foresta Nera e la Valle del Reno punteggiata da vigneti e borghi.

In città il verde mostra il suo lato più bello per un soggiorno di pace e riposo. Il rinfrescante profumo di arance e limoni nei dolci declivi del Florentinerberg, le 400 varietà di rose nel giardino Gönneranlage, il magnifico parco Kurgarten e il famoso parco Lichtentaler Allee, splendido “salone” verde nel cuore della cittadina con oltre 360 anni di storia invitano a una piacevole passeggiata alla scoperta dell’elegante “Regina delle terme”.

Per un soggiorno di (ri)scoperta a Baden-Baden l’ufficio del turismo locale propone un pacchetto di due pernottamenti con colazione, un ingresso all’impianto termale Caracalla Therme e un ingresso al famoso Casinò a partire da 155 p.p. euro in doppia in hotel a tre stelle, prenotabile su richiesta e secondo disponibilità tramite: Baden-Baden Kur & Tourismus GmbH, tel. 0049 (0)7221 275256, sales@baden-baden.com,  www.baden-baden.com/it.

Bad Mergentheim: a corte dell’Ordine teutonico 

Pittoresca cittadina lungo la Strada Romantica. Bad Mergentheim offre un insieme unico con il Castello dell’Ordine Teutonico, il parco annesso e i giardini del Kurpark.

Il castello, antica residenza dell’Ordine teutonico dal 1525 al 1809, ospita oggi il museo “Deutschordensmuseum”, che racconta l’avvincente storia dell’Ordine, legata a doppio filo con quella della cittadina, tramite oggetti, opere d’arte, modellini e visite guidate. Gioiello della Residenza è la chiesa, alla cui costruzione contribuirono illustri artisti, quali Balthasar Neumann e François de Cuvilliès. A ovest del complesso si estende il parco del castello, progettato nell’Ottocento in stile inglese. Tra gli angoli da non perdere: il frutteto al cui centro si trovano l’”Halbmondhäusle”, il padiglione “della mezzaluna” e lo “Schellenhäusle” il padiglione in stile cinese.

Circa 170.000 m2 di superficie, 1.200 alberi, un milione di fiori stagionali e 20.000 piante sono i numeri del Kurpark, il parco termale cittadino. Quest’oasi verde nel cuore di Bad Mergentheim è un luogo di pace e benessere in ogni periodo dell’anno. Il giardino giapponese, il roseto e numerosi giochi d’acqua sono solo alcune delle attrazioni di questo polmone verde unico nel suo genere.

Per maggiori informazioni sull’offerta turistica di Bad Mergentheim: Tourist-Information Bad Mergentheim, tel. +49 (0)7931 570, tourismus@bad-mergentheim.de, www.bad-mergentheim.de/it.

Lago di Costanza: viaggio nel tempo 

Il clima mite ha sempre giocato un ruolo importante per i giardini intorno al Lago di Costanza. In mezzo al paesaggio caratterizzato dal blu del lago e dal verde delle rive, nel corso dei secoli sono sorti magnifici parchi e giardini. La rete „I giardini del Lago di Costanza – Un viaggio nel tempo“ (Bodenseegärten – Eine Reise durch die Zeit) dallo scorso anno invita alla scoperta degli angoli verdi più belli e della loro storia  centenaria – anche in inverno. Un originale evento prima di Natale è offerto dallo Schloss und Park Arenenberg, antica residenza della regina Ortensia di Beauharnais  e del figlio Napoleon III, l’ultimo imperatore di Francia. Fino al 21 dicembre il castello ospita la tradizione mostra Noël! Noël!, quest’anno dedicata alle tradizioni natalizie britanniche, e l’albero di Natale più grande del Lago di Costanza.  Sull’altra riva del lago si aprono le porte del Neues Schloss Meersburg (in inverno aperto nel fine settimana), nel XVIII secolo residenza dei principi vescovi di Costanza. Oltre ad architetture barocche l’adiacente parco offre una splendida vista sul Lago. A due passi da qui si incontrano il monastero e il castello di Salem, tra i gioielli architettonici intorno al lago. L’imponente abbazia cistercense, divenuta residenza dei  margravi del Baden nel XIX secolo, unisce fierezza gotica e opulenza barocca. Il complesso, nei mesi invernali visitabile solo con visita guidata nel fine settimana, colpisce già all’ingresso per le sontuose forme del giardino tutto in stile barocco con ben due labirinti al suo interno. Per maggiori informazioni: www.bodenseegaerten.eu.

Mainau: la nuova stagione 2015

Mainau, l’isola dei fiori sul Lago di Costanza, ha una lunga tradizione aristocratica. Acquistata nel 1853 dal Granduca Federico I di Baden, l’isola è da ben 5 generazioni proprietà della famiglia Bernadotte della casa reale svedese, che l’ha trasformata nella più grande attrazione turistica della regione. Una meravigliosa fioritura tutto l’anno, un parco con alberi di oltre 150 anni, lo splendore barocco del castello e della chiesa, un’atmosfera mediterranea – questa è Mainau. Punto di riferimento architettonico è il maestoso castello barocco, fatto costruire a metà del Settecento dai cavalieri dell’Ordine Teutonico, che furono i padroni dell’isola per quasi 500 anni.

Fino all’8 febbraio 2015 il castello ospita la mostra “Il mondo delle bambole di Käthe Kruse“, dedicata alla storia delle più famose bambole tedesche, amiche di gioco indimenticate e indimenticabili di molte bambine, e della vita della loro creatrice.

Lasciato il torpore invernale, dalla primavera all’autunno l’isola fiorisce in piena armonia con le stagioni. La nuova stagione dei fiori 2015, che si apre il 20 marzo con il tradizionale spettacolo delle orchidee, promette un viaggio attraverso l’Europa. Colture tipiche di diversi paesi trasformeranno alcune zone dell’isola in vere e proprie aeree tematiche, così da trasformare una passeggiata in un viaggio attraverso i giardini d’Europa. Alle diverse tipicità dei paesi del Vecchio Continente sarà anche l’offerta gastronomica dell’isola. Novità dallo scorso aprile è il ristorante Comturey con terrazza panoramica, ospitato dell’omonima torre del XV secolo.

Il castello torna a essere protagonista in occasione delle tradizionali feste storiche di Mainau: la “Gräfliches Inselfest”, fiera mercato dedicata alla casa, al giardinaggio e al lifestyle dal 14 al 17 maggio e la „Gräfliches Schlossfest“ dal 1° al 4 ottobre 2015. In occasione dell’evento il castello barocco apre eccezionalmente le porte al pubblico per un mercato esclusivo, dove acquistare originali gioielli, abiti e oggetti di design.

Per maggiori informazioni: sugli eventi e l’offerta turistica dell’Isola dei fiori: Mainau GmbH, tel. 0049 (0)7531 3030, info@mainau.de, www.mainau.de.

COME ARRIVARE

Il Baden-Württemberg è facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, treno o aereo.

In particolare l’Aeroporto di Stoccarda – www.stuttgart-airport.com – è il punto di partenza ideale per raggiungere le diverse regioni turistiche, dal Lago di Costanza alla Foresta Nera, ed è ottimamente collegato all’Italia. Con l’orario invernale Germanwings opera da Milano Malpensa, Napoli, Roma Fiumicino e Venezia – www.germanwings.com. Airberlin vola da Bari e Catania – www.airberlin.com.

Il Baden-Württemberg in breve

La regione del Baden-Württemberg, nel sud-ovest della Germania, confina con Francia e Svizzera ed è facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, treno o aereo. Land tra i più popolosi del Paese, vanta diversi primati: è la regione con il maggior reddito pro-capite della Germania e quella con il miglior sistema scolastico, è conosciuto per l’eccellente offerta culturale, così come per la lunga tradizione termale, i vini i e la cucina gourmet. Una delle aree più visitate della Germania, offre una grande varietà di panorami e paesaggi, che vanno dagli incontaminati boschi della Foresta Nera alla vivacissima Stoccarda, fino al Lago di Costanza. Che si tratti di una vacanza-benessere o di un soggiorno attivo, viaggi con bambini o vacanze culturali, esperienze culinarie o grande shopping, il Baden-Württemberg è pronto a dare il benvenuto. Per maggiori informazioni sulla regione e sulla sua offerta turistica: www.tourism-bw.com.

 


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)