non solo recensioni…

 
 


 
Da non perdere
 

 
0
Posted 24 aprile 2015 by Redazione in Cinema
 
 

AL VIA LE RIPRESE DEL FILM “UNA NOBILE CAUSA”

Giorgio_Careccia_web
Giorgio_Careccia_web

Al via il 27 aprile in Veneto le riprese di “Una Nobile Causa”, film del regista padovano Emilio Briguglio prodotto da Running TV con il sostegno della Regione Veneto – Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo. Un cast eccezionale con nomi di primo livello quali Giorgio Careccia, Rossella Infanti, Antonio Catania, Francesca Reggiani, Simona Marchini, Roberto Citran, Massimo Foschi, Massimo Bonetti e Nadia Rinaldi.

Una commedia drammatica che vuole esplorare, con consapevolezza e una vena di lucida ironia, le storie e le vite di quanti cadono nella compulsività del gioco d’azzardo. Il pubblico si troverà a seguire il labirintico filo che ogni giocatore svolge e riavvolge tra menzogne e verità, tessendo intorno a sè una rete soffocante, ma … dalla quale ci si può liberare?
IL REGISTA EMILIO BRIGUGLIO
Formatosi con Giuseppe Ferrara, Luciano Emmer e Lina Wertmuller, ha firmato numerosi cortometraggi e documentari. Con la sua opera prima “L’Appello”, dichiarato “Film d’essai” dal MIBAC ha ottenuto premi e riconoscimenti all’estero tra cui il Kodiak all’Alaska International Film Festival, l’oro al Fenavid, Festival del Cine Digital in Bolivia; l’oro al Festival Internacional de Cine Digital in Cile.
Sinossi:
 Gloria, una donna sicura di sé e madre di famiglia, vince un milione di euro al casinò. Il marito e i figli la convincono a rivolgersi ad uno psicologo sperando così di aiutarla e di non farle sperperare la  vincita. La persona incaricata è il luminare Fabio Macchiavelli che, per curare la donna, racconta la storia di un suo  vecchio paziente. Si tratta di Alvise Fantin, un nobile veneziano senza occupazione e impoverito dal gioco d’azzardo. E’ un uomo gentile, dai modi cordiali e garbati, ma perde completamente il lume della ragione quando si trova  davanti a una slot o a un casinò. Alvise, più per “rifarsi” che per pagare i debiti, cerca di racimolare i soldi nei modi  più fantasiosi, rocamboleschi e disparati possibili. Un giorno però, truffa la persona sbagliata e grazie anche allo  zampino della madre, critica sul suo comportamento, sarà costretto a ripagare tutto il suo debito, facendo un umile  e onesto lavoro. In questa nuova situazione Alvise si troverà impacciato, affrontando a volte anche situazioni assurde ed esilaranti. Riuscirà Alvise ad adattarsi al suo nuovo lavoro e a superare la debolezza per il gioco? E lo psicologo? Riuscirà ad aiutare Gloria e la sua famiglia in difficoltà?


Redazione

 
Avatar of Redazione
Inserire qui una breve nota biografica.


0 Commenti



Commenta per primo!


Risposte


(required)